edf europe flexystack vacuum

Nuovo macchina, nuovo impilatore; Flexystack Vacuum

La caratteristica di questo impilatore è quella di trasportare i fogli fustellati mediante un trasporto aspirato dall’alto fin sopra al punto di impilamento lasciandoli poi cadere sulla pila.

Questo modo di lavorare presenta innumerevoli vantaggi, in primo luogo permette di gestire punti di giunzione in entrambe le direzioni senza vincoli di velocità e dimensione, anche l’affidabilità rispetto ad un impilatore tradizionale è notevolmente migliorata: i fogli infatti vengono processati individualmente e si toccano tra loro solo nel momento in cui vengono impilati.

A differenza di uno stacker tradizionale non vi sono quindi rischi di inceppamenti dovuti allo sfregamento tra un foglio e l’altro durante il processo di squamatura.

I tempi di avviamento sono estremamente ridotti, non vi è nulla da regolare manualmente, si possono memorizzare le ricette dei vari formati e richiamarle per nome o codice ottenendo un’impostazione automatica della macchina in un paio di minuti.

Siccome ogni foglio fustellato viene trasportato mediante aspirazione e lasciato cadere esattamente sopra la mazzette di cui deve fare parte, questa macchina è molto più tollerante alle forme di scatole irregolari, questo tipo di lavorazioni infatti su uno stacker tradizionale deve andare contro la battuta frontale per arrestarsi nella posizione di impilamento. E’ esperienza di tutti che una forma irregolare quando va a battuta ruota o rimbalza creando nella migliore delle ipotesi una pessima qualità di pila, molto più spesso inceppamenti e fermate.

Con il vacuum stacker questo non può accadere, il punto di fermata e rilascio della scatola sulla mazzetta è calcolato elettronicamente da un controllo assi, le cinghie di trasporto si arrestano per un istante sopra il punto di impilamento e rilasciano il foglio nella posizione esatta in cui deve andare.

I fogli processati uno ad uno garantiscono anche un perfetto conteggio delle mazzette.

 

Per rimanere nella logica di una macchina di altissima produttività l’impilatore è equipaggiato con un dispositivo scarto foglio che permette senza arrestare la produzione di prelevare campioni di stampa in tutta sicurezza ricevendoli direttamente a lato della macchina, questa funzione è molto utile non solo in caso di controllo qualità ma anche durante gli avviamenti per controllare che tutte le registrazioni effettuate siano a punto prima di deviare la produzione verso la palettizzazione e spedizione a magazzino.

Lo stesso sistema di scarto foglio può essere abbinato a dispositivi automatici di controllo qualità con scarto automatico dei prodotti non conformi.

Il pulitore di questa macchina è derivato da quello oramai noto prodotto da EDF per gli impilatori tradizionali, anche in questo caso il cambio ordine è totalmente automatizzato, la velocità sincronizzata con quella del rotativo.

Per garantire un agevole accesso al cambio fustella anche con gruppi fustellatori fissi al suolo, il gruppo pulitore trasla in avanti garantendo un passaggio operatore tra pulitore e rotativo di 90 cm.

Mentre il gruppo pulitore si sposta una passerella mobile si posiziona sopra il canale di accolta dei rifili permettendo all’operatore un accesso facile e soprattutto sicuro.

La macchina è concepita per lavorare sempre con i punti di giunzione simulando in questo modo il funzionamento di una fustellatrice automatica piana, dovendo separare i punti mediante dei breakers, la macchina funziona unicamente a mazzette in combinazione con dei separatori di pose.

Per coloro che volessero lavorare senza punti resta consigliato l’uso della macchina a squamare Flexystack ed il training di un operatore di buon livello.

Il vacuum stacker è aperto alla comunicazione verso l’esterno e per i fustellatori rotativi prodotti e venduti dal gruppo sincronizza il cambio ordine automaticamente con tutta la linea di produzione.

Il vacuum stacker lavora in perfetta armonia con i separatori di pose Flexybreak e la linea di palettizzazione Unipal ma può essere anche installato in linee miste di altri produttori senza alcun problema.

Nonostante la giovane età del progetto diverse unità sono già state vendute  dimostrando ancora una volta la capacità di Edf Europe di essere in sintonia con il mercato e con i propri clienti.

La prossima estate EDF organizzerà un’open house presso l’R&D center a Treviso per presentare il nuovo casemaker 821 ed anche il vacuum stacker in funzione, maggiori dettagli riguardo date e programmi saranno annunciati a breve.

Write a Comment